Progetti 2021

LA STORIA DI ESTHER

Esther è una donna nigeriana non ancora trentenne ed è stata una “sposa bambina”.  Per fuggire dal marito che le era stato imposto, affidò sua figlia Blessing alla nonna e lasciò il paese. La speranza di Esther era di trovare lavoro in Libia per sostenere economicamente la figlia e ricongiungersi a lei non appena possibile. In Libia però fu presto vittima di trafficanti ed ebbe un figlio, Gift, con un uomo che si rivelò una persona disonesta e violenta, le cambiò il nome, la fece convertire all’Islam, e poi la mise su un barcone alla volta dell’Italia. Ancora una volta Esther era in fuga, ora insieme al piccolo Gift, di un anno appena.

Madre e figlio giunsero nella nostra casa nel novembre 2017 in condizione fisiche, e soprattutto psicologiche, devastanti. I primi mesi furono difficili, ma – con l’aiuto e il sostegno continuo dei nostri operatori – Esther, che intanto aveva ripreso il suo nome, cominciò un percorso che oggi l’ha portata ad essere una donna e una madre consapevole ed autonoma.

Da allora sono passati 3 anni: Esther ha ottenuto un permesso di soggiorno, ha un lavoro fisso e dallo scorso settembre ha lasciato la nostra casa. Lei e Gift adesso abitano in un appartamento indipendente, e il bambino frequenta l’asilo del paese. Entrambi sono rimasti molto legati alla nostra associazione. Resta solo una grande ombra nella vita di Esther: la figlia Blessing, che adesso ha 14 anni, è ancora con la nonna in Nigeria.


AIUTIAMOLE A RICONGIUNGERSI !

COME? clicca qui  https://sostieni.link/27198


Come utilizzeremo il tuo contributo?

Il tuo contributo servirà a ottenere i passaporti e i visti per Blessing e la nonna che la accompagnerà in Italia e si fermerà due o tre mesi con la figlia e i nipoti.
Servirà inoltre a pagare i viaggi aerei e a sostenere le spese legali e burocratiche necessarie per il ricongiungimento familiare.

Questo progetto è sostenuto anche con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese www.ottopermillevaldese.org